Trading Online: Cos’è e come funziona

Il trading online permette a tutti di investire sui mercati finanziari nazionali ed internazionali, comodamente da casa e alle stese condizioni alle quali accedono tutti, dai piccoli ai grandi investitori. Una nuova possibilità a disposizione di tutti, anche di chi vuole investire poche decine di euro e diventare socio delle più grandi aziende mondiali, oppure puntare sulle materie prime, o ancora sulle ultime criptovalute.

TradingOnline.net è un portale storico, che opera dal 22 gennaio 2003 nel mondo del trading online e che offre a tutti i suoi lettori, da quasi 20 anni, approfondimenti sul mondo del trading online. Bussole e mappe per muoversi in un mondo complesso, ma potenzialmente ricco di soddisfazioni. Il nostro tutorial inizia subito con i strumenti indispensabili per iniziare il trading in modo sicuro e professionale – ecco la classifica delle piattaforme trading consigliate per fare trading in sicurezza:

eToro

  1. Social & Copy Trading
  2. Staking crypto (ricompense)
  3. CopyPortfolios

Con eToro puoi copiare le operazioni dei trader professionisti, investire in portafogli gestiti ed ottenere ricompense automatiche.

Inizia ora

Capital.com

  1. Intelligenza Artificiale
  2. MT4 & TradingView
  3. App innovativa

Capital.com è il broker perfetto per lo "Smart Trading" e per fare trading in modalità automatica su 3.000+ mercati.

Inizia ora

FP Markets

  1. Social Trading
  2. AutoTrading
  3. Spreads 0.0

FP Markets è la piattaforma perfetta per chi vuole fare trading algoritmico, avere spreads bassi e fare auto-trading.

Inizia ora

IQ Option

  1. Trade min. 1€
  2. Social Trading
  3. Tornei e Conto VIP

IQ Option è il broker ideale per chi vuole iniziare nel trading con piccole somme. Piattaforma veloce, intuitiva e stile "gaming".

Inizia ora

Trade.com

  1. Segnali Trading
  2. MetaTrader 4 / 5
  3. Corsi personalizzati

Trade.com offre piattaforme ideali per il trading algoritmico, offre segnali e corsi di formazione gartuiti.

Inizia ora

Il trading online è un’attività oggi alla portata di tutti, sia dell’investitore professionale che di quello amatoriale. Non ha costi di proibitivi per accedervi ed offre un canale, una strada, un percorso a chi vuole mettere a frutto i propri risparmi, comprando e venendo titoli allo scopo di trarne un guadagno.

È online, non servono intermediari fisici come le banche e ci offre il massimo della libertà di scelta per mercati, titoli finanziari da mettere in portafoglio e strategie operative. Potenza e controllo nelle mani di chi investe, anche se il trading online, pur offrendo opportunità a tutti, non è per tutti.

Trading Online guida principiante – Tabella introduttiva:

A che serve:Speculazione in borsa
🤔È legale:Si è autorizzato in Europa
💷Quanto investire:Anche piccole somme (10, 20€)
📈Strumenti per imparare:eBook Gratis / Videocorsi & Seminari / Libri / Forum & Blog
👍Cosa serve:PC o smartphone / Internet / Conto Trading
👌Dove fare trading:Ecco la lista dei migliori strumenti
⛔Presenza di truffe:Si, leggi come evitarle
📴Telefonate spam:Ecco come bloccare le telefonate trading
Il trading online spiegato in “pillole” concettuali – tabella iniziale

Cos’è il Trading Online? Spiegazione semplice

Il trading online è una modalità di investimento che ci permette, grazie ad una connessione internet, di comprare e vendere titoli finanziari, cercando di ottenere un guadagno. Con il trading online abbiamo accesso ai mercati dove si scambiano valute, parti di aziende, ma anche metalli preziosi come l’oro e l’argento. Mercati che possono avere luogo in Italia, a Milano, ma anche in luoghi molto lontani, come New York o Tokyo.

  • Compravendita per speculazione

Con il trading online compriamo e vendiamo titoli. Il nostro scopo? Quello di ottenere un guadagno. Si chiama speculazione, ma non ha alcuna accezione negativa. Semplicemente stiamo entrando sul mercato allo scopo di conseguire un guadagno, che sia esso di di grande o piccola entità. Mediamente il trading online opera su orizzonti temporali più brevi degli investimenti classici.

Trading online telematico - TradingOnline.net
Il trading online è un sistema di investimento telematico

Ma anche questa differenza di fondo si sta affievolendo negli ultimi tempi, con i broker per il trading online che offrono sempre più di frequente ambienti utili anche per chi vuole investire su archi temporali molto lunghi.

  • Di qualunque tipo di titolo finanziario

Come vedremo nell’approfondimento dedicato ai mercati, in realtà con il trading online si può scambiare praticamente qualunque titolo finanziario. Abbiamo la possibilità di investire in valute nazionali e internazionali (sono in molti quelli che fanno trading principalmente sul Forex), oppure possiamo comprare azioni, che rappresentano parte di aziende. C’è chi punta sull’oro, chi sul petrolio, chi su materie prime più particolari come grano e cacao. Il trading online non è questione di cosa.

  • Sul breve periodo, ma non solo

Il trading online si è affermato come disciplina di breve e brevissimo periodo. Chi vi investiva, soltanto fino a poco tempo fa, aveva un orizzonte che andava dai pochi minuti alla giornata. Oggi invece, in particolare grazie alle proposte dei nuovi broker e alle loro condizioni più convenienti, possiamo utilizzare questo sistema anche per gli investimenti di medio e lungo periodo. Il fattore temporale non distingue più il trading online da altre tipologie di investitori.

  • Senza intermediari umani

Chi investe oggi tramite la banca, con ogni probabilità verrà assegnato ad un promotore finanziario, che si occuperà di indicare mercati e investimenti. Il promotore, che spesso ha interesse ad indirizzarci verso determinati titoli e determinati investimenti, nel trading online non esiste. Il broker fa semplicemente da intermediario tecnico, che ci offre accesso ai mercati. Non abbiamo interferenze e non avremo nessuno a dirci come, dove e perché investire.

Trading Online come funziona: principali caratteristiche

Quali sono le principali caratteristiche del trading online e cosa lo differenzia dagli investimenti classici, quelli che magari siamo abituati a fare tramite la banca oppure ancora tramite l’ufficio postale? Analizziamo qua cosa può contraddistinguere il trading online nella sua configurazione più moderna e attuale – parlando anche dei vantaggi e degli svantaggi rispetto ad altre forme di investimento.

  • Online

Il primo punto del trading online è che si svolge tutto in rete, su internet. Tramite la nostra connessione – e la piattaforma – abbiamo accesso diretto ai mercati, in qualunque punto del mondo e senza intermediari. Una differenza enorme rispetto all’acquisto delle azioni o delle obbligazioni che eravamo abituati a fare soltanto qualche anno fa tramite la banca.

Che fa il trader - a cura di TradingOnline.net
Il funzionamento di base del trading online è semplice: previsioni, che si realizzeranno o meno un domani

Non ci sono tecnicamente intermediari: apriamo la piattaforma – su PC o su smartphone – clicchiamo e cominciamo a comprare e vendere titoli.

  • Accesso ai mercati

Il trading online ha una filosofia molto più eterogenea per quanto riguarda i titoli ai quali possiamo avere accesso. Possiamo infatti utilizzare questo tipo di sistemi per fare acquisti finanziari non solo in Italia, ma in tutto il mondo. I broker per il trading online offrono accesso neutro a qualunque tipo di mercato, permettendoci di acquistare qualunque titolo sia di nostro gradimento. Questo ci permette di organizzare un portafoglio che sia corrispondente alle nostre esigenze di investitori.

  • Rapidità

Se prima dovevamo telefonare o recarci fisicamente in banca, oggi possiamo invece passare comodamente da internet per acquistare alla velocità della luce. Questo ha un impatto, nel trading online, anche nella velocità delle operazioni che possiamo fare. Ci sono in moltissimi che con il trading online applicano strategie di mordi e fuggi, capitalizzando movimenti importanti di prezzo anche nel giro di pochi minuti.

Tutto questo non sarebbe possibile con il vecchio modo di fare investimenti. Perché ci troveremmo davanti a degli ostacoli importanti in termini di intermediazione, che allungherebbero i tempi e non renderebbero possibile strategie di questo tipo.

  • Tutti gli strumenti a disposizione

Nel trading online siamo tecnicamente da soli. I broker ci mettono a disposizione una piattaforma che è, a tutti gli effetti, la nostra plancia di comando e ci permette di fare trading con i migliori strumenti analitici. Anche questa è una novità introdotta dal trading online e che ci rende tutti, potenzialmente, degli investitori provetti e, in un certo lasso di tempo, anche professionali.

La presenza di questi strumenti rende piena la libertà di chi investe: non dovremo affidarci necessariamente ad analisi di terzi, né tantomeno sottoscrivere dei servizi in abbonamento. Saremo liberi anche di studiare i mercati per conto nostro, alle stesse condizioni di cui godono ad esempio i trader professionali.

Il Trading Online spiegato ad un bambino

Si, anche un bambino può capire come funziona il trading online. Per quanto complicato possa sembrare, soprattutto ai non esperti, questo tipo di attività, in realtà può essere scomposto in diversi passaggi, che rendono le operazioni comprensibili anche a chi non ha alcuna esperienza di mercato. Ad un bambino, appunto.

  • Ci sono tanti mercati nel mondo

Esistono nel mondo migliaia di mercati, che negli anni si sono specializzati nella vendita di certi “oggetti“, che nel mondo del trading online si chiamano titoli. Così come nei nei negozi di giocattoli ci sono videogiochi, palloni e bambole, nel mondo della finanza ci sono mercati specializzati in azioni, in valute, oppure in materie prime.

Mercati titoli bambini - a cura di TradingOnline.net
Anche ai grandi piace avere scelta. Per questo esistono decine di mercati e migliaia di titoli

Noi siamo i clienti di questi mercati: andiamo, virtualmente, a Milano per comprare un’azione di un’azienda italiana, oppure a New York per comprare un’azione di Apple. I mercati sono i negozi, e noi investitori siamo i clienti.

  • Quando ci stanchiamo, possiamo rivendere i titoli

Così come siamo abituati a fare con le figurine, anche con il trading online possiamo rivendere quanto abbiamo acquistato. Con una differenza importante: i titoli finanziari non si logorano e non diventano obsoleti. E possono valere anche di più in futuro.

Titoli figurine - a cura di TradingOnline.net
I titoli si possono scambiare… come facciamo con le figurine

Immaginiamo i titoli finanziari come se fossero figurine dei calciatori: se ci sono più persone, in futuro, che vogliono quello stesso oggetto, il prezzo si alzerà. E noi potremo avere convenienza a vendere. Ma come succede nel mondo delle figurine, può capitare che in futuro interessi a meno persone quel determinato oggetto. E in quel caso il prezzo scende.

  • Perché facciamo trading online?

Perché vogliamo comprare oggi un oggetto da collezione che pensiamo varrà di più domani. Spesso non ci interessa neanche quello che abbiamo comprato e lo scegliamo soltanto per la sua capacità di acquisire valore in futuro. Il trader, in questo caso, assomiglia più al negozio di videogiochi che compra e rivende titoli, che al cliente finale del negozio.

mercati salvadanaio - di TradingOnline.net
I mercati sono il salvadanaio dei grandi

Non ci sono altri scopi collegati al trading online. Vogliamo comprare a 10 e rivendere ad 11 e mai a 9. Questo non è sempre facile però. E avremo bisogno di studio attento nella scelta dei nostri titoli affinché questo possa verificarsi.

  • Sui mercati possiamo scambiare i nostri titoli con milioni di persone

E in questo caso il mercato ricorda un po’ il vecchio scambio di figurine, con la differenza che a partecipare ai potenziali scambi troviamo milioni di persone. Tutti possono partecipare a questo mercato dicendo: “Compro le azioni Apple a 1.000$“, oppure “Vendo le azioni Apple a 1.001$“. Quando qualcuno risponde in modo positivo alle affermazioni di un altro investitore, avviene la magia. Si scambia il titolo contro denaro. E il trading online è… avvenuto.

  • Perché le persone fanno compravendite di titoli?

Sì, i bambini sono molto curiosi e fanno domande in realtà profonde, alle quali noi non saremmo mai potuti arrivare. Perché le persone dovrebbero passare il loro tempo con attività di questo tipo? Perché credono che il prezzo di un titolo oggi è più basso del suo prezzo futuro. E quindi vogliono impegnare il loro denaro per averne di più in futuro. Non sempre questo ragionamento funziona e non sempre le analisi degli investitori sono corrette. Ma l’obiettivo principale, tanto per l’investitore quanto per il trader incallito rimane questo.

  • Il caso delle materie prime

Ci sono due modi oggi al mondo per comprare oro. Possiamo andare in gioielleria e ordinare un lingottino, oppure un gioiello. Oppure possiamo comprarlo come fanno i veri investitori. Ci scambiamo un pezzo di carta dove c’è scritto che Giovanni è proprietario di 1 grammo, ma anche di 1 kg d’oro. Questo oro è custodito in una cassaforte, magari molto lontana del mondo, dove però tutti sanno che quel particolare grammo o chilo d’oro è di proprietà di Giovanni.

Scambio mercati titoli figurine - a cura di TradingOnline.net
Il trading Online ricorda uno scambio di figurine… su livello mondiale

Perché facciamo questo? Perché è molto più facile scambiarsi un pezzo di carta e scrivere che Giovanni ha venduto 1g d’oro, custodito a New York, a Piero, piuttosto che scambiarsi ogni volta fisicamente l’oro. Questo è il mercato dei derivati. Immaginiamo la portata di un mercato del genere, ora che invece di scambiarci il pezzo di carta di cui sopra, possiamo fare tutto telematicamente.

Cosa serve per fare trading online?

Il trading online deve parte della sua popolarità alla facilità di accesso alle piattaforme e ai mercati. Non c’è bisogno di molto per iniziare ad investire tramite questo canale, sia in termini di dispositivi che di accesso alla rete.

  • Le piattaforme girano su qualunque computer o smartphone

Anche chi non è tecnologicamente al passo può utilizzare quanto viene messo a disposizione dalle migliori piattaforme per il trading online. Le piattaforme sono tutte o quasi accessibili tramite un comune browser web. E anche nel caso di App da installare sul nostro smartphone, la compatibilità è assicurata anche per modelli non più nuovissimi.

Non c’è bisogno di acquistare nuovi dispositivi e di fare nuove spese. Quanto utilizziamo per leggere gli approfondimenti di TradingOnline.net è sufficiente per fare trading online.

  • Una comune connessione internet

Il trading online si accontenta della connessione internet che abbiamo sul nostro smartphone o in casa. Anche se non abbiamo la fibra, anche se non abbiamo la banda larghissima, potremo comunque accedere ai mercati senza alcun tipo di problema.

Cosa serve per il trading online - infografica di TradingOnline.net
Il computer e una connessione internet sono più che sufficienti per fare trading online

Certo, per chi vuole fare scalping anche pochi centesimi di secondo potrebbero fare la differenza, ma per questo, come vedremo più avanti, ci sono delle soluzioni che potrebbero non passare dall’installazione di una connessione ultraveloce. La maggioranza dei trader utilizza linee normalissime, che in Italia sono disponibili ovunque, anche nei piccoli paesi.

  • Strategia di trading

La strategia è fondamentale per ottenere dei risultati tramite il trading online. Ogni nostra operazione sui mercati deve essere parte di un disegno più organico, che riguarda i mercati, l’orizzonte temporale e anche la propensione al rischio. Ci sono alternative più che valide per chi non vuole o non può crearsi una strategia per conto proprio. Ci sono servizi come il copytrading di eToro (scoprilo qui) che permettono di investire copiando i migliori trader e quindi anche a chi non è ancora in grado di fare creare e seguire una propria strategia.

Come fare trading online in 4 passi

Fare trading? In realtà sono 4 i passi che dobbiamo seguire, dall’apertura del conto fino invece al completamento del nostro ordine. Anche se le operazioni di trading possono sembrare, soprattutto a chi non le ha mai fatte, molto complesse, in realtà non serve molto. E scomponendo il processo in quattro parti, possiamo comprendere quanto sia in realtà accessibile il mondo dei mercati.

  • 1° Passo – Aprire un account presso un intermediario

I mercati non sono aperti a tutti. Abbiamo bisogno di un intermediario che si accreditato e che possa offrire accesso e titoli. Tra poco ne consiglieremo diversi, ciascuno con le sue particolarità e i suoi vantaggi. Questo rimane il primo passo – e un passo fondamentale – per iniziare a fare trading online. Per chi avesse intenzione di provare con il trading online non vi è neanche la necessità di versare subito capitale. Possiamo infatti partire anche con un conto demo, che ci offrirà capitale virtuale per iniziare a fare trading di prova – e per provare tutto quello che i broker ci mettono a disposizione.

  • 2° Passo – Accedere alla piattaforma

Il trading online avviene tramite piattaforme, ovvero software che utilizziamo per piazzare gli ordini e gestire il nostro portafoglio. Ogni broker ne offre almeno una, accessibile sempre anche via web oppure tramite App per il nostro smartphone. Tramite la piattaforma potremo controllare i listini, oppure ancora scegliere titoli e piazzare ordini. Le piattaforme più evolute – e tutti i broker che consigliamo ne sono dotati – offrono anche la possibilità di fare analisi tecnica, per cercare di anticipare i trend che si prospettano all’orizzonte.

  • 3° Passo – Scegliere un titolo sul quale investire

I migliori broker per il trading online offrono migliaia di titoli divisi in decine di mercati. Sempre tramite la piattaforma potremo scegliere quelli che fanno più al caso nostro – o talvolta farci consigliare anche dagli strumenti di analisi integrati. Dopo che avremo scelto il titolo che vogliamo inserire nel nostro portafoglio, potremo passare alla prossima fase, quella dell’ordine.

  • 4° Passo – Effettuare un “ordine a mercato, oppure limite

Quando saremo di fronte alla schermata di ordine, avremo due possibilità. Potremo acquistare o vendere il titolo al prezzo di mercato, oppure impostare un prezzo che una volta raggiunto dal titolo innescherà l’ordine. Ad ogni modo questa è la fase finale che ci permette di acquisire il titolo, che finirà a portafoglio. Abbiamo concluso la nostra operazione di trading online. In qualunque momento, a mercati aperti, potremo chiudere la nostra posizione e riappropriarci del denaro investito, sempre ai prezzi di mercato.

Dove fare trading online in modo sicuro e professionale

eToro

  1. Social & Copy Trading
  2. Staking crypto (ricompense)
  3. CopyPortfolios

Con eToro puoi copiare le operazioni dei trader professionisti, investire in portafogli gestiti ed ottenere ricompense automatiche.

Inizia ora

Capital.com

  1. Intelligenza Artificiale
  2. MT4 & TradingView
  3. App innovativa

Capital.com è il broker perfetto per lo "Smart Trading" e per fare trading in modalità automatica su 3.000+ mercati.

Inizia ora

FP Markets

  1. Social Trading
  2. AutoTrading
  3. Spreads 0.0

FP Markets è la piattaforma perfetta per chi vuole fare trading algoritmico, avere spreads bassi e fare auto-trading.

Inizia ora

IQ Option

  1. Trade min. 1€
  2. Social Trading
  3. Tornei e Conto VIP

IQ Option è il broker ideale per chi vuole iniziare nel trading con piccole somme. Piattaforma veloce, intuitiva e stile "gaming".

Inizia ora

Trade.com

  1. Segnali Trading
  2. MetaTrader 4 / 5
  3. Corsi personalizzati

Trade.com offre piattaforme ideali per il trading algoritmico, offre segnali e corsi di formazione gartuiti.

Inizia ora

Andiamo ad approfondire in dettaglio ognuno delle seguenti piattaforme sicure e professionale consigliate da TradingOnline.net.

BrokereToro
Sito:https://www.etoro.com/it/
Dep. minimo:200 USD
Funzionalità TOP:CopyTrading / Social Trading / Copy Portfolios / Azioni & ETFs reali zero commissioni
Conto demo:Gratis – 100.000$ virtuali
Prova Gratis:Puoi iscriverti per una demo qui.
Dove fare trading: Broker eToro

eToro è un broker europeo leader del fintech, che permette di investire su oltre 2.300 asset, divisi sui principali mercati al mondo: Forex, Azioni, ETF, Criptovalute e Materie Prime sono tutte a disposizione presso i listini del broker, tutti in modalità CFD e con la possibilità di investimenti diretti sui mercati azionari, degli Exchange Traded Funds e delle criptovalute.

eToro offre servizi esclusivi come il CopyTrading, che ci consente di copiare con un solo click le posizioni dei migliori investitori presenti sulla piattaforma, con accesso libero anche all’analisi dei loro portafogli. Al servizio si accompagna anche il Social Trading, con una piattaforma messa a disposizione del broker che ci permette di scambiare messaggi – come in un normalissimo social network – su tutti i mercati che ci interessano.

eToro è anche il broker dello staking di criptovalute: permette infatti di ottenere ricompense dalle criptovalute che abbiamo in portafoglio, con ritorni fino al 90% dei tassi offerti dalle blockchain, per un sistema che permette di avere doppio vantaggio dai nostri investimenti sulla blockchain.

eToro - scheda riassuntiva di TradingOnline.net
eToro ha tra i suoi punti di forza il CopyTrading e 0% di commissioni aggiuntive su azioni e ETF

eToro ci propone una piattaforma proprietaria, accessibile via web e con tutti gli strumenti di analisi tecnica utili per chi vuole fare trading di breve periodo, con la possibilità di anticipare i trend anche grazie al social sentiment, che l’intermediario ricava partendo da come si stanno muovendo gli investitori sulla sua piattaforma.

Tutti i servizi di eToro sono disponibili anche tramite il conto demo gratuito con 100.000 usd di capitale virtuale e la possibilità di investire su tutti e 2.300 gli asset presenti sulla piattaforma. Solo quando ci sentiremo pronti, potremo passare all’investimento reale con un investimento di 200$.

BrokerCapital.com
Sito:https://www.capital.com/it
Dep. minimo:20 euro
Funzionalità TOP:Intelligenza artificiale / MetaTrader 4 / Trading Central / Investmate / TradingView
Conto demo:Gratis – 100.000$ virtuali
Prova Gratis:Puoi iscriverti per una demo qui.
Dove Fare Trading: Capital.com

Capital.com permette di investire su oltre 3.000+ asset, tramite CFD, con accesso ai mercati azionari, del Forex, delle criptovalute, degli ETF e delle materie prime. Per accedere a questa piattaforma avremo la possibilità di utilizzare tanto la piattaforma proprietaria, quanto MetaTrader 4 e anche Trading View. Non sono soltanto queste le particolarità che hanno permesso a questo broker di diventare uno dei più affermati a livello mondiale.

Ottima la scelta di criptovalute, con circa 240 coppie che vedono, da un lato o dall’altro una criptovaluta, con la possibilità di investire anche sui progetti più emergenti. Difficilmente un progetto con una discreta capitalizzazione non sarà presente sui listini di Capital.com. Una scelta ideale per chi vuole investire in criptovalute e integrarle all’interno di un portafoglio diversificato, che integri anche titoli più classici.

Capital.com è anche il broker dell’intelligenza artificiale. Integra nella sua piattaforma proprietaria un algoritmo che apprende dagli errori e che ci segnala eventuali problematiche nella composizione del nostro portafoglio. Un sistema leggero, quasi invisibile, che ci permette però di risparmiare molto del denaro che perderemmo da eventuali errori, da principiante o meno.

La recent aggiunta di MetaTrader 4 completa il quadro di un broker accessibile, ma al tempo stesso ricco di strumenti per l’investimento. Possiamo scegliere, in alternativa alla comunque ottima piattaforma proprietaria, di fare trading con una piattaforma che è ad oggi una delle più utilizzate al mondo, soprattutto dai professionisti.

Scheda riassuntiva di Capital.com - a cura di TradingOnline.net
Capital.com punta su intelligenza artificiale e un listino completo di criptovalute

Anche chi vuole imparare a fare trading trova un’ottima sponda in Capital.com. Il broker mette a disposizione, in soluzione separata, l’App Investmate, che offre diversi percorsi per imparare a fare trading, in scenari reali e con un sistema a risposta multipla. È per noi una delle migliori App di tipo didattico che possiamo trovare. Ed è distribuita gratuitamente tramite Appstore (per chi ha un iPhone) e Google Play Store (per chi invece ha un dispositivo Android).

Anche Capital.com offre un conto demo, che permette di accedere a 10.000$ di capitale virtuale sempre rinnovabili e quindi virtualmente infiniti. Per testare, anche in questo caso, tutti gli asset, tutti i mercati e tutte le funzionalità che vengono messe a disposizione da questo broker. Un altro grande player del mondo degli investimenti e del trading online.

BrokerFP Markets
Sito:https://fpmarkets.com/it/
Dep. minimo:100 USD
Funzionalità TOP:MetaTrader 4 / MetaTrader 5 / Social e Copy Trading / VPS / Autochartist / MyFXBook / IRESS
Conto demo:Gratis – 100.000$ virtuali
Prova Gratis:Puoi iscriverti per una demo qui.
Dove Fare Trading: FP Market

FP Markets è un broker molto apprezzato da chi cerca servizi professionali e vuole il top che il trading online, in senso tecnico, può offrire a chi investe. Basa la sua offera sulle ottime piattaforme di MetaTrader, sia nella versione 4 che nella versione 5. FP Markets è inoltre un broker che offre contratti per differenza, ma anche accesso in DMA Pricing, con la seconda modalità che è accessibile tramite l’altrettanto prestante piattaforma IRESS.

FP Markets è un broker australiano con regolare licenza per operare anche in Europa ed è attivo sul mercato con 11.000+ titoli, tra Forex, azioni (molto buona la selezione di titoli all’interno del mercato USA e Australia), in aggiunta alle criptovalute, alle materie prime e anche alle obbligazioni e agli indici. Nel complesso, un’offerta che in pochi altri broker per il trading online sono in grado di replicare.

Per gli investitori più tecnici è possibile anche utilizzare una VPS, alla quale potremo agganciare il nostro MetaTrader per avere a disposizione un’esecuzione ultra-rapida degli script e degli Expert Advisor, servizio utilissimo per chi opera in scalping o comunque con strategie di periodo molto breve.

FP markets - scheda riassuntiva di TradingOnline.net
FP Markets punta sulla professionalità dei suoi servizi

FP Markets offre anche la possibilità di investire con il Social Trading, che include un sistema di Copia, con scelta dettagliata tra i trader da imitare e gestione granulare dei permessi. Un sistema ancora nuovo, ma che offre già tutto il supporto di cui si può avere bisogno per investire in modo corretto, aggiungendo al proprio portafoglio anche una parte di capitale gestito da altri.

Ottima anche l’integrazione di servizi terzi, come quelli che sono offerti da broker come Autochartist e di MyFXBook, che possono essere utilizzati per integrare i già ottimi servizi di questo broker.

Anche in questo caso possiamo testare con il conto dimostrativo virtuale di FP Markets, che può essere aperto gratuitamente e anche in più copie, così da avere tecnicamente capitale infinito e tutto il tempo per verificare i servizi che vengono offerti dal broker.

BrokerIQ OPTION
Sito: https://eu.iqoption.com/it
Dep. minimo:10$
Funzionalità TOP:Ordini a partire da 1$ / Social Trading / Conti VIP & Tornei
Conto demo:Gratis – 100.000$ virtuali
Prova Gratis:Puoi iscriverti per una demo qui.
Dove Fare Trading: IQ Option

IQ Option è un broker molto diverso da quelli che abbiamo visto finora. È nato per offrire a tutti, anche a chi ha accesso a capitali limitati, la possibilità di investire sui mercati finanziari. E lo fa proponendo accesso alla sua piattaforma con un investimento di soli 10 dollari o euro per aprire un conto reale. E per ogni ordine che vorremo piazzare all’interno della piattaforma, potremo partire da 1$/€, con la possibilità dunque, anche nel caso in cui volessimo investire con il minimo, di avere 10 diversi ordini a disposizione.

IQ option - scheda riassuntiva di TradingOnline.net
IQ Option offre trading a tutti con minimi di investimento molto bassi

IQ Option propone una piattaforma proprietaria, semplice da utilizzare e con gli ordini direttamente a schermo. Facile seguire l’andamento delle nostre puntate, che sono disponibili direttamente a schermo. La selezione di titoli è ristretta, almeno rispetto ai broker che abbiamo già visto, ma consente comunque di avere a disposizione i migliori titoli presenti oggi sul mercato.

Buono l’assortimento di azioni internazionali, così come è più che interessante guardare alle criptovalute che vengono offerte a listino. Possiamo anche utilizzare il broker per investire sul Forex e sulle materie prime. Tutti i servizi di IQ Option possono essere testati con un conto dimostrativo gratuito, che permette di investire con 10.000$ di capitale virtuale.

BrokerTRADE.COM
Sito: https://cfd.trade.com/it
Dep. minimo:100$
Funzionalità TOP:Formazione 1:1 / MetaTrader 4 e 5 / Accesso DMA
Conto demo:Gratis – 100.000$ virtuali
Prova Gratis:Puoi iscriverti per una demo qui.
Dove Fare Trading: Trade.com

Trade.com è un broker storico che offre accesso ai mercati sia via CFD, sia invece in modalità diretta. Abbiamo la libera scelta di operare tramite la piattaforma proprietaria del gruppo, accessibile via browser web, oppure, anche in questo caso, di fare trading tramite MetaTrader 4 e 5. A prescindere da quale sia la scelta, avremo la possibilità di operare su oltre 2.300+ titoli, divisi tra azioni, coppie Forex, future, materie prime e anche una piccola selezione di Bond e di Indici.

Trade.com è un broker regolarmente registrato in Europa e che permette di investire con spread ridotti su un vasto numero di mercati e di titoli. Tra i servizi ulteriormente integrabili troviamo anche Trading Central, tra i migliori per i segnali, che fa il paio con i segnali che sono invece già integrati all’interno della piattaforma.

Tarde.com offre lezioni 1:1 e la forza anche di Metatrader

Trade.com offre ai neo-iscritti anche una sessione 1:1 in uno speciale sulla formazione che è un unicum nell’offerta dei broker europei e mondiali. Un passo in avanti in particolare per chi ha bisogno dell’indirizzo di un umano per imparare taluni aspetti del trading online.

Trade.com è un broker solido, alternativo rispetto a quelli che abbiamo già elencato, on una buona profondità di mercato e la possibilità recente di scegliere anche tra diversi ETF. Costi contenuti e la possibilità di avere un conto demo gratuito chiudono un quadro molto interessante per quanto riguarda il broker in questione.

Trading Online come iniziare

Il modo migliore per iniziare a fare trading online è aprire un conto dimostrativo (conto virtuale), che ci permetterà di accedere alle piattaforme nella loro completezza e anche di piazzare i primi ordini. Non serve molto – neanche il capitale – per avere il primo assaggio di mercati. Un assaggio che sarà un’esperienza in tutto e per tutto uguale a quella reale, se non fosse per il ricorso a capitale che non è stato sborsato da noi.

Esempi pratici di Trading Online

Piazzeremo qui tre ordini di prova con i tre migliori broker che abbiamo presentato nel nostro approfondimento, su tre diversi mercati. Perché utilizzeremo nell’ordine eToroCapital.com e FP Markets per investire sulle azioni, sulle criptovalute e anche sul Forex. Per seguire queste prove di investimento, non avremo bisogno di capitale, perché potremo ricorrere, come già detto, agli account demo.

  • Trading Online sulle azioni Amazon con eToro

Il primo degli ordini di prova che faremo sarà sulle azioni Amazon tramite il broker eToro e il suo conto di prova. Partiamo seguendo il link e inserendo le nostre generalità. Basteranno un indirizzo e-mail, una password e un nome con il quale saremo conosciuti sulla piattaforma. Riceveremo nel giro di pochi secondi la mail di conferma e seguendo il link potremo fare accesso alla piattaforma di investimento.

La piattaforma di eToro: il broker offre accesso ai mercati tramite una piattaforma web, che poi è perfettamente replicata anche nell’App che possiamo scaricare dai principali store. Appena entrati sulla piattaforma si potrebbe avere un po’ di smarrimento. Dopotutto è qualcosa di nuovo, che non abbiamo mai visto.

Niente paura però: sulla sinistra avremo un pratico navigatore, che ci permetterà di muoverci agilmente tra i titoli. Clicchiamo prima Mercati, poi scegliamo Azioni, poi Scambi e selezioniamo NASDAQ, dato che le azioni del gruppo di Jeff Bezos sono quotate presso questo mercato. Scorriamo il listino fino a trovare AMZN e clicchiamo sulla B o su COMPRA. A schermo ci verrà presentata direttamente la schermata di ordine.

Piazzare l’ordine con eToro: per piazzare l’ordine con eToro dovremo inserire, nella schermata che riportiamo, il volume di denaro che vogliamo investire (si parte da un minio di 50$ sulle azioni), gli stop loss e i take profit per chi vuole che l’ordine si chiuda raggiunto un determinato livello di guadagno o di perdita.

Ordine piattaforma eToro - di TradingOnline.net
L’ordine sulla piattaforma di eToro

Potremo anche impostare la leva finanziaria, ovvero un moltiplicatore dell’andamento del titolo. Miglioreremo i guadagni e peggioreremo però le perdite, quindi utilizziamola con cura. Quando saremo pronti, ci basterà cliccare su Apri posizione per comprare le azioni di Amazon, che troveremo poi a portafoglio.

  • Trading Online su Bitcoin con Capital.com

Capital.com – qui per il suo conto demo gratuito – è un broker che offre Bitcoin e più di 240 coppie di criptovalute nel complesso a listino. È tra quelli maggiormente consigliati per fare trading online dalla nostra redazione. Partiamo anche in questo caso seguendo il link e aprendo un conto demo. Qui ci basterà inserire un indirizzo e-mail valido e una password scelta al momento. Verremo immediatamente trasferiti, sul nostro browser web, all’interno della piattaforma di trading proprietaria di Capital.com.

La piattaforma di Capital.com: è una piattaforma accessibile via web, che ci serve ad accedere agli oltre 3.000 titoli che questo broker mette a disposizione. Anche qui, in alto sulla sinistra, troveremo il navigatore. Se non vogliamo scorrere tra tutti i titoli alla ricerca di Bitcoin, potremo utilizzare anche la barra di ricerca. Scriviamo Bitcoin e nel listino centrale troveremo, in prima posizione, BTC/USD, che è la coppia Bitcoin contro Dollaro USA. Clicchiamo su Compra e sulla destra avremo la nostra schermata di ordine.

Ordine capital.com - a cura di TradingOnline.net
L’ordine su Capital.com – Bitcoin

Ordine su Capital.com: qui non dovremo inserire la quantità di denaro, come abbiamo fatto su eToro, che vorremo investire, ma la frazione di Bitcoin che vogliamo acquistare. Possiamo scendere fino a 0,01. Selezioniamo la quantità che vogliamo acquistare, sistemiamo gli stop loss e i take profit, oppure impostiamo un ordine a margine. Quando saremo soddisfatti della nostra scelta, clicchiamo su Compra. In pochi secondi l’asset sarà disponibile sul portafoglio, pronto per essere liquidato. La stessa procedura può essere applicata su tutti gli asset che sono disponibili sulla piattaforma.

  • Trading online su EUR/USD con FP Markets

Il terzo degli esempi che seguiremo è con il broker FP Markets (apri qui un conto demo gratuito), broker che si appoggia a MetaTrader per le sue operazioni. Partiamo anche qui seguendo il link per ottenere un conto demo gratuito. Quando avremo portato a termine la procedura, potremo aprire un conto demo dalla nostra pagina utente. Riceveremo le credenziali per il login all’interno della nostra casella e-mail.

Sempre dalla pagina utente, scegliamo il tab Downloads e poi scegliamo MetaTrader 4 o 5, a seconda di quale sia la versione che preferiamo (e per la quale abbiamo aperto il nostro account demo). Scarichiamola e installiamola sul nostro computer. Apriamola e facciamo login con i dati che FP ci ha mandato via mail.

La piattaforma MetaTrader: può essere fonte di intimidazione. Il look non è dei più moderni e assomiglia molto da vicino alle schermate che magari avremo visto in qualche film dedicato alla borsa. In realtà non c’è niente di più facile da utilizzare. Sulla colonna di sinistra troveremo i listini, con EUR/USD in prima fila, dato che è l’asset più scambiato al mondo.

MetaTrader - Fp Markets ordine - di TradingOnline.net
L’ordine su FP Markets – piattaforma MetaTrader

Clicchiamoci due volte per aprire la schermata di ordine. Fissiamo la quantità di denaro che vogliamo investire, impostiamo eventuali stop loss e take profit e apriamo l’ordine a mercato. Anche qui l’esecuzione sarà molto rapida e ci permetterà di avere l’ordine in portafoglio in pochi decimi di secondo. Certo, MetaTrader è anche tanto altro – con strumenti di analisi evoluti e professionali. Ma per adesso, per piazzare il nostro primo ordine, basterà questa procedura.

Trading Online: Consigli e guida base per principianti

Per fare trading online al meglio avremo bisogno anche di qualche buon consiglio. Il campo è di quelli difficili e guardare a chi opera già sul mercato può aiutarci a muovere già i primi passi nel mondo giusto.

Il Trading On Line conviene? Pro e contro

Non esistono sistemi perfetti e neanche il trading online lo è. Ci sono dei pro e dei contro che devono essere analizzati prima di decidere se iniziare a fare trading online o meno, o anche semplicemente per capire quali rischi si celino dietro questo tipo di attività.

  • Pro del trading online

LIBERTÀ: è l’aspetto fondamentale e troppo spesso trascurato. Non abbiamo intermediari umani che ci indirizzeranno verso questo o quell’investimento. Non avremo limitazioni da parte della nostra banca. Con il trading online saremo liberi di decidere cosa fare del nostro capitale. Una libertà impagabile e che nessun altro canale di investimento può offrirci.

COSTI: sono molto bassi. Difficilmente un piccolo o medio investitore può trovare investimenti con commissioni così basse. Questo rende molto più efficiente l’investimento e ci permette anche di accedere a mercati altrimenti carissimi (pensiamo alle azioni USA) anche se non siamo benestanti con decine di migliaia di euro da mettere sul tavolo.

PERCORSO GRADUALE: non bisogna essere degli esperti di finanza per fare le prime operazioni di trading online. Anzi, oggi esistono dei sistemi – come il come il CopyTrading di eToro che permettono a tutti di fare trading anche senza saperne molto. Ad ogni modo il percorso è graduale: si può partire appoggiandosi ad altri per poi sviluppare, gradualmente, le conoscenze che sono necessarie per operare da soli, come fanno i professionisti.

ACCESSO AI MERCATI A CONDIZIONI NEUTRE: potremo investire in Italia, negli USA, ma anche sui mercati asiatici senza sovrapprezzi. Comprare azioni al NASDAQ oppure a Piazza Affari? Si fa alle stesse condizioni. Questo non può essere offerto dalle banche e dagli intermediari classici, che aggiungono sempre un sovrapprezzo ai titoli esteri. Questo vuol dire meno libertà di scegliere i titoli più consoni per il nostro portafoglio.

VENDITA ALLO SCOPERTO: quando i mercati sono in trend negativo, chi investe al di fuori del circuito del trading online non può far altro che chiudere le sue posizioni e attendere momenti migliori. Con i broker che offrono trading online abbiamo sempre l’opzione della vendita allo scoperto, che ci permette di puntare al ribasso e di cavalcare anche i trend negativi di mercato. Questo è possibile su tutti gli asset presenti a listino.

LEVA FINANZIARIA: strumento per i più coraggiosi e amanti del rischio, perché moltiplica sia gli andamenti positivi che gli andamenti negativi. È un’esclusiva dei broker che ci offrono investimenti tramite CFD e che gli altri canali di investimento non possono offrire. Non per tutti, ma è comunque meglio averla a disposizione.

  • Contro del trading online

DOBBIAMO INVESTIRE DA SOLI: per chi non sarà in grado di gestirsi – e di gestire il proprio capitale, operare da soli può essere un problema. L’avere a portata di click tutti i mercati del mondo necessita di disciplina, pena il prendere il mondo degli investimenti come una sorta di videogioco e finire per perdere tutto quello che abbiamo investito.

STUDIO: il trading online non è una scorciatoia per diventare milionari. Richiede studio e un giusto atteggiamento mentale. Chi non ha intenzione di sudare per imparare, non potrà avere risultati nel mondo del trading online. Diffidare dalle pubblicità che fanno apparire questo mondo come l’autostrada per la ricchezza. Può esserlo, ma saremo noi a guidare.

NON ESISTONO MIRACOLI: e chi arriva con aspettative troppo alte, o si dedica al trading online seguendo qualche pubblicità truffaldina che promette tutto e subito resterà sicuramente deluso. Il trading online è oggi il miglior canale per investire in autonomia e con gestione completa del proprio capitale. Ma aspettarsi che da investimenti casuali si possa diventare milionari è la ricetta perfetta per rimanere insoddisfatti – e per ottenere l’esatto contrario.

🟢PRO DEL TRADING ONLINECONTRO DEL TRADING ONLINE
🦋 Libertà😥 Dimensione dei mercati e difficoltà
💰 Costi bassi📚 Necessario lo studio
🧑‍🤝‍🧑 Percorso per tutti🙌 Non fa miracoli. Serve applicazione per ottenere risultati
🌎 Accesso ai mercati a condizioni neutre
📉 Vendita allo scoperto
✖️ Leva finanziaria
I pro e contro del trading online

Trading Online rischi

Non esistono investimenti privi di rischi. Anche se dovessimo scegliere il titolo più sicuro per eccellenza, il bond della Repubblica Federale Tedesca, saremmo esposti indirettamente al pericolo di non rivedere più il nostro denaro. Qui cercheremo di comprendere quali rischi sono effettivamente collegati al mondo del trading online e ai vari mercati ai quali ci garantisce accesso.

  • Capire il funzionamento della leva finanziaria

Tutti i broker che offrono contratti per differenza propongono anche accesso alla leva finanziaria. È uno strumento che ci permette di moltiplicare l’andamento dell’asset finanziario sul quale abbiamo investito. Questo vale sia quando ci saranno dei guadagni, sia quando invece ci saranno delle perdite.

Rischi trading - a cura di TradingOnline.net
Il trading espone a rischi. Conoscerli ci aiuta ad evitarli

Immaginiamo di investire con leva 1:30 sulla coppia EUR/USD. Nel caso in cui la nostra posizione fosse in perdita effettiva del 3%, ci troveremo in realtà a perdere il 90%. La leva va pertanto utilizzata sempre con la massima parsimonia e tenendo conto del fatto che i rischi aumentano proporzionalmente all’aumentare della stessa.

  • La vendita allo scoperto espone a rischi importanti

Anche se le regole MiFID, alle quali devono sottostarti tutti i broker che operano in Europa, non permettono che si raggiunga un bilancio negativo, è bene ricordare che, in via teorica, con la vendita allo scoperto la perdita è potenzialmente infinita. Quando acquistiamo un titolo al rialzo, sappiamo che non potrà mai valere meno di zero. Quando invece puntiamo allo scoperto, il titolo potrebbe crescere per somme molto superiori a quelle che noi abbiamo investito. Anche in questo caso consigliamo di esercitare la massima prudenza, anche laddove dovesse essere estremamente chiaro un trend ribassista.

  • I mercati sono volatili

Nel senso che anche all’interno di una fase di trend positivo, alcuni asset possono avere variazioni di valore molto importanti. E questo può incidere sul nostro capitale, soprattutto se stiamo operando con leva finanziaria. Ci sono mercati che sono più volatili – pensiamo alle criptovalute o alle azioni dei paesi emergenti – e mercati che lo sono meno. Teniamo però conto del fatto che quando operiamo sulla lungo periodo, incontreremo nel nostro cammino tanti brevi periodi che possono muoversi anche in senso opposto.

Su cosa si può fare trading online?

Il trading online è nato con il Forex, ma oggi offre la possibilità di investire su tutti i principali mercati del mondo. I migliori broker e intermediari offrono accesso a migliaia di titoli su centinaia di mercato. Nella scelta della composizione del nostro portafoglio non avremo alcun tipo di limitazione.

  • Forex / Mercato valutario

Possiamo investire sulle valute di tutto il mondo, in cross, puntando sul rialzo o sul ribasso di Euro, Dollaro USA, Yen Giapponese, Franco Svizzero e tante altre valute che oggi i broker mettono a disposizione. Il Forex è il mercato più liquido del mondo, con il volume di scambi più alto e dove tutti possono partecipare al mercato in condizioni di parità. Non vi è differenza, per impatto sul mercato, tra il piccolo trader online e la grande banca internazionale.

Trading Online mercati disponibili - di TradingOnline.net
Con il trading online possiamo investire su tutti i migliori mercati del mondo

Tutti i migliori broker offrono la possibilità di fare trading sulle coppie Forex. È un mercato che troviamo sempre presente a listino e al quale possiamo accedere a costi molto ridotti (gli spread sono molto stretti) e con capitali minimi.

  • Azioni

Il mercato azionario è tra i più popolari per il trading online. Uno dei vantaggi offerti da questa modalità di investimento è che possiamo avere accesso ai migliori mercati azionari al mondo a parità di condizioni, senza costi aggiuntivi per fare trading sulle borse americane o asiatiche. Il trading online in azioni ci permette di fare investimenti sulle principali aziende mondiali, delle quali diventeremo, direttamente o indirettamente, soci.

Possiamo fare questo tipo di investimenti, con il trading online, sia in modalità CFD, sia in modalità diretta. Con la prima modalità possiamo approfittare di leva finanziaria e vendita allo scoperto, per puntare su eventuali ribassi del titolo che avremo scelto. In alternativa, con broker come eToro (qui per un conto dimostrativo gratis), possiamo anche avere accesso diretto alle azioni senza commissioni aggiuntive.

  • Criptovalute

Sono il mercato caldo del momento. Bitcoin, Ethereum, ma anche progetti più innovativi come Uniswap, Polkadot, Sushiswap – e anche progetti sui generis come Dogecoin. I broker per il trading online permettono da tempo di operare su questo mercato e offrono gli stessi strumenti professionali che troveremo per gli altri mercati.

Le criptovalute sono un mercato ad alto rischio e ad alto rendimento, non adatto a tutti, ma soltanto a chi vuole mettersi a caccia di titoli che crescono in tripla cifra, correndo i rischi relativi. Dato che i broker offrono la possibilità di investire su diversi mercati, possiamo anche scegliere di investire solo una parte del nostro capitale sulle criptovalute. Capital.com (qui per testarlo in demo gratis) è il broker che offre il maggior numero di criptovalute. Sono presenti circa 240+ cross, per un broker che offre tutti i migliori progetti disponibili sul mercato.

  • Materie prime

Petrolio e gas naturale, oro e argento, ma di recente anche grano, soia, cacao e caffè. Il mondo delle materie prime è diviso tra hard e soft commodities, ovvero quelle di tipo estrattivo e quelle che invece nascono sul suolo. Con i migliori broker abbiamo un’ottima scelta per quanto riguarda anche questo mercato.

Potremo inserire diversi di questi prodotti, sempre tramite CFD, nel nostro portafoglio. Così potremo sfruttare quanto viene offerto da una categoria di investimenti che, fino a pochi anni fa, era materiale soltanto per gli specialisti. Da inserire con moderazione per chi non vuole correre grandi rischi e invece in modalità libera per chi è disposto a correrne qualcuno in più.

  • Indici

Chi vuole investire in un’intera borsa, può scegliere dai migliori broker per il trading online anche strumenti come gli indici. Replicano intere borse con criteri di selezione relativi alla capitalizzazione. Potremo così investire sui 40 migliori titoli francesi, sui 30 migliori tedeschi, oppure sulle prime 100 aziende degli Stati Uniti.

Con broker come FP Markets (qui per testare il broker con un conto demo) possiamo avere accesso anche a diversi – e interessanti – indici sulle principali borse asiatiche.

  • ETF

Scegliere di investire sugli ETF con il trading online vuol dire avere a disposizione non solo gli strumenti che troviamo in banca, ma anche quelli di altre giurisdizioni (vedi USA), che in genere non sono disponibili tramite i canali tradizionali. Si tratta di un enorme vantaggio per chi vuole accedere agli ETF con la più alta capitalizzazione al mondo.

Possiamo trovarli sia sulle azioni che sulle materie prime – e i broker che sono meglio organizzati ne offrono a centinaia. Anche in questo caso, con tutti gli strumenti del trading online più apprezzati: vedi la leva finanziaria e anche la vendita allo scoperto. Strumenti che ci sono preclusi tramite canali classici di investimento come quelli bancari.

Quando si può fare trading online?

mercati finanziari dormono poco e alcuni di questi sono aperti 24 su 24, caratteristica questa dei mercati fortemente decentralizzati come Forex e Criptovalute. Potremo avere accesso alla nostra piattaforma per il trading online in qualunque momento vorremo, ma non sempre i prezzi dei nostri asset si muoveranno. Per sapere quando fare trading online, sarà utile fare riferimento al prospetto che abbiamo preparato mercato per mercato:

  • Orari di apertura del Forex

Il Forex non dorme mai, almeno durante la settimana. Questo perché le negoziazioni passano senza soluzione di continuità da New York a Londra, da Sydney a Tokyo, e anche da diversi mercati intermedi. Unica eccezione le poche ore, risparmiate dal fuso orario, durante il weekend.

Orari trading online - di TradingOnline.net
Il trading offre l’orario giusto a tutti

Possiamo fare trading senza problemi fino alle 22 di venerdì, orario di chiusura delle piazze americane per il fine settimana, per poi riprenderlo alla mezzanotte della domenica. Orari che possono variare in avanti o indietro di un’ora a seconda della vigenza o meno dell’ora legale.

  • Orari di apertura dei mercati azionari

I mercati azionari sono molto più pigri. Aprono al mattino, talvolta chiudono anche per il pranzo, per poi riaprire e chiudere di nuovo ampiamente prima l’ora di cena. Ciascuna delle borse, anche se sullo stesso fuso orario, può avere orari di apertura particolari. Piazza Affari opera dalle 09:00 alle 17:30 ora italiana, stesso orario della Borsa di Londra, di Francoforte e di Parigi, nonché di Madrid. Chi vuole invece operare al NASDAQ dovrà adattarsi ad orari meno comodi: si comincia alle 15:30 ora italiana per chiudere alle 22:00. E lo stesso avviene al NYSE. Le borse asiatiche hanno poi orari molto diversi tra loro – che vanno verificati di volta in volta tramite il nostro broker.

  • Orari di apertura del mercato delle materie prime

Dato che il prezzo che rappresentano è determinato dai Futures, operano praticamente 24 su 24 durante la settimana, un po’ come il Forex. Si parte dalle prime ore di lunedì per chi vive in Italia, fino alla notte inoltrata di venerdì. I prezzi si fermano nel weekend, anche se eventi che dovessero accumularsi nel weekend potrebbero determinare, alla riapertura, delle variazioni significative di prezzo.

  • I mercati delle criptovalute sono sempre aperti

Il mercato delle criptovalute è il più decentrato che esista e opera 24 ore al giorno e 7 giorni a settimana – battendo in questo senso anche il Forex. È il mercato ideale per chi non vuole privarsi di puntate sul mercato anche nel weekend. Questo però può anche portare ad un certo logoramento, soprattutto per chi opera su orizzonti temporali molto brevi (affronteremo il discorso più avanti). Orari di apertura di questo tipo vanno debitamente considerati quando sceglieremo gli asset sui quali investire.

La convenienza di un mercato di un altro rispetto alle nostre esigenze di investitori andrebbe valutato anche alla luce degli orari, che come abbiamo visto sono molto diversi. Fare trading di breve periodo sulle borse asiatiche vuol dire costringersi a notti insonni. Così come farlo sul NASDAQ in chiusura, vuol dire rimanere al PC o allo smartphone ben oltre l’orario di cena in Italia.

Quanto serve per iniziare a fare Trading Online?

sviluppo – piccole somme, addirittura poche decine di euro se si parte con capital piuttosto che con iq option.. ma in linea di massima anche gli altri broker permettono di iniziare questa attività partendo da poche centinaia.

Un altro dei vantaggi importanti del trading online è il minimo di investimento molto basso. Fino a qualche tempo fa, per accedere a strumenti così avanzati, si dovevano avere presso le banche conti molto sostanziosi e l’intermediazione di un promotore finanziario. Oggi invece con poche decine di euro possiamo accedere a piattaforme per il trading davvero complete e con a listino tutti i migliori mercati per il trading online.

  • IQ Option: conto reale a partire da 10 euro

Con IQ Option (qui per il sito ufficiale) possiamo iniziare a fare trading aprendo un conto con soli 10 euro di investimento iniziale. È il minimo di investimento più basso che troveremo online e offline. Non solo, per chi vuole iniziare a fare trading online con poco, IQ Option permette anche di aprire posizioni a partire da 1$.

Trading Online - capitale iniziale - di TradingOnline.net
Possiamo iniziare con pochissimo a fare trading – non serve essere ricchi

Questo vuol dire che con 10 € iniziali potremo aprire fino a 10 posizioni diverse. Con un piccolo capitale potremo anche diversificare il nostro investimento e operare come faremmo con un capitale ben più sostanzioso.

  • Capital.com: conto reale a partire da 20 euro

Anche con Capital.com (qui per aprire un conto demo gratuito) – possiamo aprire un conto di trading reale con piccole somme. Il limite minimo è di 20 euro. Qui non avremo però posizioni da 1€ per tutti i titoli. Il broker offre frazionamento sui CFD da 1/100 a 1/10 e a seconda del costo dell’asset potremo piazzare ordini più o meno grandi. Con 20€ potremo comunque fare trading su diversi titoli. Possiamo ritenere Capital.com un broker ideale per chi vuole partire con poco.

  • Gli altri: da 100 a 200$ di minimo

Anche gli altri broker che sono tra i consigliati di TradingOnline.net offrono minimi di investimento molto bassi. Possiamo fare trading investendo all’inizio 200$ con eToro (qui per testare il broker con un conto demo), per avere poi dei minimi di investimento di 25$ sulle criptovalute e di 50$ sugli altri asset. Con FP Markets (qui per accedere al conto demo gratis) possiamo partire anche da 100$. E anche Trade.com possiamo investire a partire da 100€.

Nel complesso tutti i migliori broker per il trading online offrono accesso ai mercati per tutte le tasche. Non serve essere benestanti e non serve esporsi per migliaia di euro, come saremmo costretti il più delle volte a fare in banca. Ricordiamoci però sempre di verificare quanto sia l’ordine minimo, cosa che noi di TradingOnline.com abbiamo fatto per voi. Avere un broker con minimi molto bassi ma che imponga l’acquisto del titolo o del contratto intero, è uno specchietto per le allodole e non l’opportunità per chi investe di partire anche con pochissimo.

Il trading online funziona davvero?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo prima definire cosa intendiamo con funzionamento. Se la nostra idea è quella di avere un sistema che ci faccia guadagnare migliaia di euro senza fare nulla – e senza nulla conoscere dei mercati – il trading online non può funzionare. Così come non può funzionare qualunque altro canale o sistema di investimento. Il trading online funziona – nel senso che può offrire diversi vantaggi rispetto agli investimenti classici, vantaggi che rimettono al centro il risparmiatore e la sua autonomia.

  • Per accedere ai mercati anche esteri alle stesse condizioni

Questo è uno dei primi vantaggi importanti del trading online. Chi è abituato ad operare tramite la banca può capire facilmente di cosa stiamo parlando. La banca infatti opera con piani di commissione diversi a seconda del mercato che sceglieremo. Chi compra azioni italiane ha in genere commissioni basse, al minimo possibile. Chi invece si avventura sui mercati asiatici o americani, si trova a spendere commissioni molto più alte.

Trading Online - funziona - di TradingOnline.net
Il trading online è un’opportunità – che non tutti però sanno come cogliere

Il trading online elimina questo tipo di differenze: avremo la libertà di investire sui mercati che preferiamo, vedendoci applicare le condizioni più convenienti. Le commissioni e il diverso atteggiamento dell’intermediario non saranno più di ostacolo alle nostre libere scelte in portafoglio.

  • Per avere più mercati a disposizione

I listini delle banche puntano spesso più sulla quantità che sulla qualità. Possiamo trovare decine di migliaia di titoli, tutti però concentrati su poche borse e – nella maggioranza dei casi – su strumenti che sono gestiti direttamente dalla banca. Abbondano fondi ed ETF, mentre spesso c’è carenza di titoli su borse meno blasonate e meno conosciute.

Il trading online ha aiutato gli investitori a superare anche questo tipo di problema: come abbiamo già visto, abbiamo accesso a mercati che fino a qualche tempo fa – ovvero fino all’arrivo del trading per tutti – erano destinati solo ai professionisti che si facevano seguire da grandissimi gruppi bancari. Oggi invece in pochi click possiamo investire sulla borsa cinese, sulla borsa di Hong Kong, ma anche su quella australiana o sugli ETF non armonizzati, merce davvero rara presso le banche europee.

  • Per chi vuole fare trading

C’è una differenza di atteggiamento sui mercati enorme tra chi investe, magari facendosi guidare dal promotore e chi invece fa trading. Questa è data anche dall’intensità. Il trader opera sul mercato spesso con strategie di breve periodo, con le posizioni che vengono scelte ricorrendo ai migliori strumenti di analisi tecnica.

Il trading online funziona anche in questo senso: tutte le principali piattaforme offrono strumenti di analisi solidi, di pari livello rispetto a quelli utilizzati dal mondo delle finanza professionale. Non c’è neanche da essere intimoriti. I broker per il trading online offrono ampia documentazione, sia video che audio, per fare fronte a percorsi di apprendimento.

  • Per chi non funziona il trading online?

Per chi pensa di poter ottenere profitti milionari senza studiare i mercati. Per chi crede alle pubblicità dei sistemi per il trading automatico che avrebbero già reso migliaia di casalinghe italiane ricche, e se non ricche benestanti. A chi pensa che sia una via facile per il benessere, con un percorso più semplice rispetto agli investimenti tradizionali.

Il trading online funziona perché fornisce libertà, costi bassissimi di transazione, accesso ai migliori mercati e ai migliori strumenti. Non è una soluzione miracolosa ai problemi economici e non il moto perpetuo dei guadagni. Bisogna affrontare le opportunità che offre con il giusto atteggiamento, la voglia di imparare e di studiare. Sono questi gli ingredienti che permettono al trading online di funzionare per tutti.

Dipendenza da Trading Online: Consigli per non diventare dipendenti

Il trading online può dare dipendenza. Se ne parla ancora troppo poco, anche tra gli specialisti e questo può causare dei ritardi nell’individuare i prodromi di quella che è un’autentica patologia e che come tale andrebbe trattata. Simile alla ludopatia, la dipendenza da trading può portarci a investire più di quanto possiamo permetterci di fare e ad operare sul mercato senza razionalità. Ci sono dei piccoli accorgimenti e dei reality check che possiamo utilizzare per evitare di esser vittime di un problema più comune di quel che si possa pensare.

  • Darsi degli orari di trading e rispettarli

Diversi mercati operano 24 ore su 24, anche durante il weekend. La tentazione di rimanere incollati al PC o allo smartphone è alta, soprattutto se le cose stanno andando molto bene (o molto male). Prima di iniziare ad investire sul serio, è il caso di imporsi degli orari, in particolare se in passato abbiamo avuto problemi con il gioco o abbiamo difficoltà a controllarci in questo senso. Superati quegli orari, qualunque sia la situazione del nostro portafoglio, sarà il caso di interrompere.

  • Darsi dei limiti di denaro da poter investire

Anche imporsi dei limiti in termini di capitale che abbiamo a disposizione può aiutarci ad evitare di diventare dipendenti dal trading. Non è raro che in seguito a grandi perdite si senta l’impulso di investire di più, e poi ancora e ancora.

Dipendenza - infografica di TradingOnline.net
Sì, la dipendenza è un pericolo. Impariamo a controllarci e a chiedere aiuto quando necessario

Darsi dei limiti fissi e sforzarsi di non superarli, può tenere lontano lo spettro della dipendenza.

  • Evitare di installare App se…

Se pensiamo di passare troppo tempo sui mercati, cancelliamo le App delle piattaforme di trading che abbiamo installato sul nostro telefono. Non è necessario seguire i mercati 24 ore su 24, non lo fanno neanche gli specialisti e chi gestisce capitali per terzi di miliardi di dollari. Possiamo farne sicuramente a meno anche noi.

  • Chiediamo a chi ci sta intorno se…

Chiediamo alle persone che frequentiamo e che ci conoscono se stiamo passando troppo tempo sul trading online. Compagne e compagni, coniugi, amici e figli potrebbero avere una visione più di insieme della nostra effettiva attività. Quando le persone intorno a noi cominciano a lamentarsi, è un segnale da non ignorare.

  • Se facciamo trading di nascosto…

Per non farci vedere dagli altri, sappiamo già di avere un problema. È un atteggiamento tipico di chi ha sviluppato una dipendenza. Non c’è bisogno di vergognarsene. È il momento di iniziare a chiedere aiuto, prima che sia troppo tardi. La dipendenza da trading purtroppo non ha ancora, almeno nel nostro paese, dei trattamenti specifici. Possiamo però cercare di avviare un percorso partendo dal Numero Verde Nazionale istituito dall’ISS – 800-558822 – nato per i problemi di gioco d’azzardo ma che può occuparsi anche di chi è dipendente dal trading.

Si guadagna con il trading online?

Sì, con il trading online si può guadagnare. Sono in molti che ne hanno fatto una professione a tutti gli effetti, con ritorni molto interessanti sul capitale investito.

Trading online guadagni - a cura di TradingOnline.net
Con il trading possiamo guadagnare, ma dobbiamo avere aspettative realistiche

Ci sono però delle precisazioni da fare a riguardo, per collocare la questione nell’universo della verità e senza farsi gabbare da chi vende sistemi-truffa, che promettono guadagni altissimi senza poterli, nei fatti, garantire.

  • Il guadagno con il trading online è in percentuale

Non possiamo pensare di guadagnare migliaia di euro investendone poche decine. Il guadagno nel trading online, anche con la più solida delle strategie, è di tipo percentuale. Un ritorno superiore al 50% anno su anno è già un risultato che ci aiuterebbe a guadagnare le prime pagine del CopyTrading di eToro, dove anche i più bravi difficilmente riescono ad essere costanti su queste percentuali.

Il trading online, sebbene in molti dichiarino il contrario, è in realtà affine al mondo degli investimenti classici. Bisogna avere obiettivi solidi e concreti. Non si può pensare di diventare milionari dall’oggi al domani.

  • Non fidarsi mai di chi garantisce dei guadagni

Il trading online non è una bacchetta magica. È una modalità di investimento con i suoi pro e i suoi contro. Non è difficile imbattersi online in annunci di persone che avrebbero cambiato vita e classe sociale con qualche operazione sul trading o seguendo qualche sistema miracoloso. Purtroppo si tratta di annunci falsi, creati ad arte per invogliare sempre più persone ad investire, senza remore, in sistemi che vengono proposti come di guadagno automatico.

Ricchi subito - a cura di TradingOnline.net
Non possiamo pensare di diventare ricchi in pochi giorni, anche con il trading online

Tali sistemi non possono esistere. Non c’è nessuno che può garantire dei guadagni con gli investimenti, che si tratti di trading online, oppure di altro tipo di investimento. Chi vuole farsi guidare, può farlo con sistemi come le copie offerte da FP Markets (qui per un conto virtuale gratis), che permette di copiare trader che hanno dei buoni risultati. Ma anche in questo caso nessuno, tantomeno il broker, sarà in grado di garantirvi alcunché.

  • I guadagni vanno di pari passo con i rischi

Non esistono investimenti a basso rischio e ad alto rendimento. Questa è una legge che difficilmente può essere smentita e che deve orientare tutte le nostre decisioni di investimento all’interno dei mercati finanziari. Possiamo osare, possiamo cercare di portare a casa dei rendimenti molto alti, ma facendolo ci esporremo senza ombra di dubbio a rischi elevati.

La buona nuova del trading online consiste nel lasciarci piena libertà di scegliere quali titoli inserire in portafoglio. Così da permetterci di gestire il rischio anche attraverso degli investimenti diversificati e che tengano conto dei diversi profili di ogni asset.

Call Center Trading Online: come bloccare le telefonate?

Tutti o quasi riceviamo ogni giorno delle telefonate da parte di broker, spesso illegali. Sono telefonate in primo luogo fastidiose, in secondo luogo da bloccare il prima possibile, perché dall’altra parte della cornetta troveremo spesso un professionista, in grado di far vacillare anche l’interlocutore più convinto.

  • Prima regola: non rispondere, mai.

Quando sospettiamo che il numero di telefono che ci sta contattando sia un broker truffa, meglio non rispondere. Anche se crediamo che sia educazione farlo, oppure che potremmo resistere alle lusinghe del broker truffa, meglio evitare il problema in principio e scegliere di non rispondere affatto alla telefonata.

  • Seconda regola: le telefonate si possono bloccare, anche se non tutte

Possiamo anche procedere a bloccare tutti i numeri di telefono che ci contatteranno e ai quali risponderanno dei broker, truffaldini o meno. Tuttavia è meno facile di quel che sembri. I broker truffaldini utilizzano numeri di telefono sempre nuovi, che possono avere diversi prefissi e spesso chiamare anche dall’Italia.

Se per le telefonate dall’estero, a meno di non avere conoscenti o affetti in quel paese, è molto più facile fare una cernita, per i broker che utilizzano prefissi italiani come 06 (Roma), 011 (Torino) e 02 (Milano) – sono questi i prefissi più comuni utilizzati dai broker truffa – è molto più difficile.

  • iPhone: bloccare tutti numeri sconosciuti

iPhone permette, ormai da tempo, di bloccare tutti i numeri sconosciuti. Per farlo dovremo andare in Impostazioni, poi in Telefono, poi scegliere Disattivazione chiamate e contatti bloccati. In questo modo però non avremo bloccato soltanto i broker, ma più in generale tutti i numeri che non abbiamo registrato in rubrica.

  • L’alternativa delle App

Ci sono diverse App che sono disponibili su AppStore e su Google Play Store, che permettono di bloccare a priori tutti i numeri dei call center, con liste che vengono costantemente aggiornate. In genere queste App, soprattutto quando di qualità, funzionano. Con un ma: i broker truffaldini conoscono ovviamente questi sistemi e cercano di aggirarli comprando sempre nuovi numeri. È la sempiterna lotta tra guardie e ladri, con i secondi che possono scamparla per qualche giorno. Nel complesso, App come True Caller e Call Blocker fanno un ottimo lavoro e riescono a bloccare oltre il 90% delle fastidiosissime chiamate che arrivano appunto dai broker truffaldini.

Trading Online Truffe: consigli utili e come denunciare

Il trading online non è una truffa, ma ci sono molti truffatori che approfittano della popolarità di questo canale di investimento per mettere le mani sui nostri risparmi. Qualche consiglio utile può evitare bruttissimi incontri, così come può mettere al riparo i nostri sudati denari.

  • Mai fidarsi dei sistemi miracolosi

Compreremmo mai un elisir buono a curare tutte le malattie? No, e riterremmo un imbonitore la persona che sta cercando di vendercelo. Allo stesso modo dovremmo dare per chi ci propina dei sistemi, automatici e non, per fare trading e guadagnare sicuramente. Ne abbiamo sentite di tutti i colori negli ultimi anni: dal sistema con algoritmo a quello automatico basato su qualche personalità del mondo della finanza che non vuole rivelarsi.

Truffe trading online - a cura di TradingOnline.net
Le truffe sono sempre dietro l’angolo. Prepariamoci!

E spesso si fa riferimento anche a VIP noti e ricchissimi, per testimoniare la funzionalità di un determinato sistema. Quando un sistema garantisce, almeno a parole, dei guadagni, è al 100% una truffa. Nonché illegale. Perché le leggi europee proibiscono di fare certi proclami.

  • Mai operare con broker che non sono dotati di licenza

Questa è un’altra avvertenza che invitiamo tutti a fare propria. La legge europea è molto chiara a riguardo: per offrire servizi di investimento a chi risiede in Europa c’è bisogno di una licenza – e di garantire molti livelli di protezione a chi investe. Quando abbiamo davanti un intermediario che ha deciso spontaneamente di non dotarsi di licenza, possiamo essere certi del fatto che abbiamo avanti un intermediario truffaldino o comunque contra legem. E non è una buona idea affidargli il nostro denaro.

  • Mai operare con broker che ci telefonano senza un nostro primo contatto

Anche questa è una pratica piuttosto comune da parte dei broker truffaldini. Riceviamo una chiamata da un broker, che si presenta al telefono come pronto ad offrirci i suoi servizi. Peccato che noi non conosciamo questo broker né tantomeno abbiamo cercato un primo contatto. Si tratta di broker che utilizzano liste di numeri di telefono – anche questa volta illegalmente – per cercare di vendere servizi di qualunque tipo. Non è mai una buona idea affidarsi a questo tipo di intermediari, perché già dal loro primo contatto hanno deciso di operare contro la legge. E affidare a dei fuorilegge il nostro denaro è il primo passo verso il disastro.

  • Hai versato e non riesci ad ottenere indietro il tuo denaro: a chi rivolgersi

Migliaia di italiani ogni anno finiscono in questa incresciosa situazione. Dopo aver versato e magari visto a schermo anche dei guadagni (fittizi), non riesco a recuperare il loro denaro. Vengono accampate scuse. O semplicemente non riusciamo più a contattare il broker. Siamo stati vittime di una truffa e non sappiamo cosa fare. Bisogna affrontare la questione con calma, partendo dal presupposto che sarà difficilissimo recuperare il denaro.

Contattare la polizia: è il primo passo da fare. Sarà utile in questo caso avere a disposizione tutta la documentazione possibile. Dai versamenti in banca al numero di conto verso il quale abbiamo versato. Numeri di telefono e nome con il quale il broker si presentava online. La polizia, una volta raccolto il materiale, potrà procedere con le indagini.

Occhio ai falsi avvocati: sì, ci sono tutta una serie di falsi avvocati (o talvolta anche con laurea e abilitazione) che propongono servizi per il recupero del denaro sottratto dai broker truffa. Il 99% di questi servizi è truffaldino a sua volta e punta soltanto a scucirci un anticipo, senza che poi si arrivi a nulla. Il restante 1% sarà anche in buona fede, ma difficilmente riuscirà a farci ottenere il denaro.

Se abbiamo pagato con la carta: abbiamo possibilità maggiori di ottenere indietro quanto ci è stato sottratto. Perché esiste il Chargeback, che possiamo attivare tramite la nostra banca. Contattiamo immediatamente la nostra banca e spieghiamo l’accaduto. Potremmo risolvere la questione presentando la documentazione di quanto è avvenuto. Non tutte le banche si prestano a questo tipo di operazioni. In alcuni casi ci sarà da insistere.

Quanto costa fare trading online? Commissioni del Trading

Per fare trading online si devono pagare commissioni. La buona notizia preliminare è che gli intermediari di questo settore praticano commissioni mediamente più basse delle banche e in genere senza parte fissa, cosa che aiuta soprattutto chi fa moltissimi scambi nel giro di poco tempo. Ma cerchiamo di fare chiarezza e di capire come si muovono effettivamente i broker quando si tratta di pagare per il servizio che offrono.

  • Gli spread

La maggior parte del trading online avviene tramite CFD, i contratti per differenza che replicano il prezzo dell’asset sottostanteNon hanno commissioni fisse, ma un piccolo differenziale (in inglese spread), tra prezzo ufficiale di mercato e prezzo offerto sulla loro piattaforma. Non è difficile capire come si comportano questo tipo di commissioni.

Commissioni trading online - a cura di TradingOnline.net
Ci sono diversi tipi di commissioni nel trading online

Immaginiamo di voler comprare un CFD sulle azioni Apple, con il prezzo ufficiale al NASDAQ che è di 140$ in acquisto. Il broker ce le offrirà ad un prezzo lievemente maggiore, ad esempio a 140,2$. La differenza è quanto pagheremo in commissioni per i nostri acquisti e le nostre vendite di titoli. Lo spread è raramente fisso: sugli asset che hanno maggiore volatilità tende ad essere più ampio. Mentre scende su quei titoli che si muovono poco di prezzo sul breve periodo.

  • Le commissioni overnight

È un’altra commissione che paghiamo e che non sempre i broker rendono evidente. Esiste solo nel mondo dei CFD e ammonta al tasso di interesse interbancario più una piccolissima aggiunta da parte del broker. Con i tassi delle banche centrali che sono oggi ai minimi storici, non è una commissione della quale ha senso preoccuparsi. Pagheremmo nell’arco dell’anno percentuali vicine all’1%.

Questa commissione viene scalata ogni giorno alle 23:00 e potremo trovarla, dai broker che abbiamo segnalato come ideali per investire con il trading online chiaramente riportata nella nostra history. Le due tipologie di commissioni che abbiamo segnalato qui sono valide soltanto per il mondo dei contratti per differenza. Chi opera in modalità accesso diretto al mercato si troverà a pagare commissioni diverse.

  • Commissioni fisse e variabili

È la modalità di commissioni più comuni che viene praticata dagli intermediari che offrono accesso diretto al mercato. Si paga un fisso, in aggiunta ad una piccola commissione variabile, a seconda dell’importo complessivo del nostro investimento. Anche qui però c’è grande differenza tra le offerte dei diversi broker.

eToro (qui anche in demo gratuita) offre accesso diretto senza commissioni aggiuntive, rendendosi così molto più economico, anche per la modalità diretta, rispetto ai classici intermediari bancari. FP Markets (qui per il conto dimostrativo gratis) permette invece di fare trading tramite la piattaforma IRESS operando con un sistema di commissioni fisse e variabili ma senza spread. Che può essere conveniente per chi piazza ordini con grandi quantità di capitale.

Nel complesso le commissioni esistono e devono essere considerate anche in relazione al nostro stile di trading. Chi apre e chiude posizioni sul breve e brevissimo periodo troverà conveniente un sistema di commissioni con spread. Chi invece opera con grandi capitali e sul lunghissimo periodo, potrebbe trovare più vantaggioso un piano di commissioni diverso. Tutti i broker che segnaliamo operano con livelli di commissioni tra i più bassi sul mercato, sulla generalità dei titoli che offrono a listino.

Tasse sul Trading: Consigli sulla tassazione di trading online

Sì, bisogna pagare tasse anche sul trading online. Sono dovute però soltanto sui profitti e dunque su quanto guadagneremo dalle nostre attività. Nel caso in cui dovessimo perdere denaro con le nostre operazioni, non dovremo nulla al fisco.

  • Plusvalenza

È il concetto di base che dobbiamo comprendere per capire quanto e come verremo tassati. Si ha una plusvalenza ogniqualvolta incassiamo più denaro, alla chiusura della posizione. Le plusvalenze sono banalmente i profitti che facciamo con le nostre operazioni.

  • La tassazione di base è del 26%

Questo è quanto dovremo di base al fisco sui nostri guadagni. Le cose sono però più complicate di così, perché avremo due diversi tipi di regimi ai quali dovremo conformarci. Potremo avere un broker che fa da sostituto di imposta (e questo è rarissimo nel mondo del trading online), oppure avere un broker che offre un regime dichiarativo, dove saremo noi a dover dichiarare il tutto e a pagare tasse.

  • Il regime dichiarativo è più conveniente

Perché in questo caso potremo facilmente portare in detrazione anche le perdite, cosa che non è sempre facile fare quando il broker fa da sostituto di imposta, e in particolare nel caso in cui dovessimo utilizzare più broker per fare trading.

  • il caso della Tobin Tax

È una tassa che si applica alla compravendita di azioni italiane con capitalizzazione superiore ai 500 milioni, alle operazioni intraday sulle azioni ma non alle azioni estere. Non è prevista inoltre sul Forex, sugli ETF e sui fondi. Si paga, nel caso di sottostante italiano, anche ai CFD, per un ammontare di 0,25€ come minimo fino ad un massimo di 100€.

Trading prezzi - a cura di TradingOnline.net
Il trader professionista sfrutta l’onda dei prezzi in movimento

In questo caso dovremo pagare, ancora una volta, per conto nostro, ovvero andando a compilare un modulo F24. Vale la pena di ricordare in questo caso che per la maggioranza dei titoli che possiamo trattare con il trading online questa tassa non è prevista.

Come imparare il Trading Online: Formazione & Didattica

Lo studio è parte fondamentale per avere successo nel trading online. Oggi non mancano buone fonti per chi, con un po’ di buona volontà, vuole davvero iniziare ad imparare a muoversi sui mercati.

Possiamo scegliere i classici libri o affidarci anche a videocorsiforum e blog. Non tutte le fonti però sono di uguale qualità. Per i nostri lettori abbiamo preparato una guida minima per orientarsi anche nel mondo della formazione.

Migliori 5 libri sul Trading Online

Abbiamo raccolto i 5 migliori libri per chi vuole imparare a fare trading online, con un percorso – per ciascun testo – che può aiutarci ad arrivare anche su livelli professionali. Sono tutti di grandi divulgatori italiani e sono stati utilizzati dalla grande maggioranza dei migliori trader online del nostro paese.

CopertinaLibroAutoreEditoreISBN
 Manuale dell’investitore consapevoleBellelli, Lawford, MazzieroHoepli8820374862
 Analisi tecnica for dummiesMassimo IntropidoHoepli8820378825
 Trading OnlineMassimiliano FerrettiIndipendente979-8702115405
 L’arte della speculazioneMassimo IntropidoHoepli8820370980
 Trading Operativo sul ForexGiacomo ProboHoepli8820351250
Migliori 5 libri in Italiano sul Trading on line

Trading Online Video: impara il Trading sui migliori videocorsi

Anche i video sono un ottimo canale per chi vuole saperne di più sul trading online e prepararsi in modo corretto. Non ne abbiamo selezionati cinque, anche in questo caso scegliendo soltanto tra il materiale di migliore qualità che è presente online e a costo zero. Tutte le informazioni che sono presenti all’interno dei video sono state verificate dal nostro staff e possono essere considerate come valide e veritiere.

Il videocorso base sul trading di guidatradingonline

Questo è il videocorso di base che viene offerto dal popolare sito internet GuidaTradingOnline.net. Un video da guardare tutto d’un fiato e che merita anche qualche appunto da tornare a studiare ed approfondire più tardi. Un video ideale per chi sta muovendo i primi passi su questo mercato e ha bisogno di qualcosa di solido sul quale iniziare a sviluppare le proprie conoscenze.

Cos’è e come funziona il Trading Online – videocorso di TradingOnline.com

Il video del sito ufficiale sul trading online, che analizza e spiega in modo dettagliato tutti i principali aspetti del trading online, a partire dagli argomenti di base. Di TradingOnline.com – che offre sul suo sito anche diversi aggiornamenti in modalità testuale, ci si può fidare. E questo ottimo video è ulteriore dimostrazione della centralità di questo hub informativo in lingua italiana.

Il video Introduttivo di Michele Pierro sul Forex

Un buon divulgatore, che ha creato un video di oltre 1 ora sui concetti di base del trading online forex. Ottimo video e tra i migliori in lingua italiana. Da guardare tutto, soprattutto se siamo dei principianti assoluti. Forse meno interessante dei primi due che abbiamo indicato, ma comunque una buona aggiunta al nostro menu informativo sul trading.

What is Forex di Arsalan Jan

Video molto semplice e ormai un po’ datato, che però ci permette di capire, con un inglese di facile comprensione, come funziona il mondo del Forex. Conoscenze che poi potremo utilizzare anche all’interno di altri mercati. Consigliatissimo, anche per chi successivamente deciderà di non impegnarsi all’interno del mercato valutario.

3 common psychological Trading Mistakes

Video breve, che però fissa tre concetti fondamentali, o meglio, errori psicologici che possiamo fare con il trading online. Da mandare a memoria, perché conoscendo questi errori, potremo evitarli. La psicologia del trading rimane uno degli aspetti più importanti (e purtroppo più ignorati) tanto per i principianti, quanto per chi invece ha una grande esperienza sul mercato e si muove già con una certa sicurezza.

eBook pdf Trading Online [Gratis]

Ci sono eBook in PDF gratis che possiamo utilizzare o per integrare gli strumenti che abbiamo già elencato, oppure per partire alla scoperta delle basi del trading online. Ne abbiamo selezionati due, di grande spessore, anche se gratuiti e accessibili a tutti.

  • Diventare Trader – di TradingOnline.com [vai]

Lezioni pratiche e sempre consultabili su tutti gli aspetti più importanti del trading. Si parte dagli argomenti di base che permettono di capire come funzionano i mercati, per poi muoversi verso argomenti intermedi e avanzati, fino al coronamento della formazione tipo per ogni esperto di trading online. Possiamo imparare cos’è il trading online e come funziona, come fare trading e tracciare anche un buon percorso iniziale. Previsioni di mercato, truffe e dove confrontarsi con altri trader chiudono un ebook in PDF che è ad oggi il migliore in lingua italiana.

  • Invest and Trading Book – di Corporate Finance Institute [vai]

In inglese, ma vale sicuramente lo sforzo. Un pratico manuale in PDF che sicuramente non ha la profondità di Diventare Trader, che abbiamo recensito poco sopra, ma che può offrire comunque un’ottima base per sviluppare le proprie conoscenze. Da tenere sempre sul computer, anche per risolvere qualche dubbio che potremmo avere sui mercati e sul loro funzionamento. Scaricarlo non costa nulla, quindi perché non farlo?

Migliori Forum per imparare tutto sul Trading

Ci sono centinaia di forum che is occupano regolarmente di trading online e che sono concentrati sugli aspetti operativi e di analisi che riguardano questo mercato. Non tutti però possono essere considerati come della medesima qualità. Per questo su TradingOnline.net abbiamo effettuato una selezione molto stretta, segnalando i 5 migliori forum per imparare tutto sul trading, sia in italiano che in inglese.

  • Reddit

Reddit, per chi parla inglese, è uno dei migliori luoghi in rete per informarsi praticamente di tutto. Sono presenti diversi subreddit che possiamo utilizzare per imparare di più sul trading online. /r/Trading è il più popolare e frequentato. Ce ne sono però altri che consigliamo di seguire – anche per commentare. /r/Forex per chi vuole informarsi di più su questo tipo di mercato. Per i più avventurosi è disponibile anche /r/Wallstreetbets, che ha avuto una certa eco per la scommessa quasi vinta contro lo short selling delle azioni Gamestop.

  • Quelli che investono

Forum italiano non troppo frequentato, ma comunque con discussioni di alta qualità. Sono coperti tutti i principali mercati, da quello azionario italiano alle borse internazionali. Possiamo seguirlo anche per il mercato delle materie prime. Un buon forum, tra i migliori in lingua italiana e non solo.

  • InvestireOggi

Un altro famosissimo forum italiano, sul quale possiamo confrontarci con migliaia di investitori italiani, che operano su tutti i mercati che abbiamo elencato poco sopra. Uno dei forum storici e uno dei punti di partenza per chi vuole saperne di più sul trading.

  • Social Trading di eToro

All’interno di quanto offerto da questo broker troviamo anche il social trading, organizzato in maniera simile a Facebook e ad altri social media. Possiamo individuare discussioni per autore ma anche per mercato o singolo titolo. Anche per chi non dovesse scegliere questo intermediario per investire, troverà in questa sezione un’ottima base.

  • The Lion

Uno dei più popolari forum sul trading al mondo. Possiamo trovare migliaia di utenti attivi in ogni momento e anche una buona plancia per le ultime news e per l’analisi immediata di diversi titoli. Ottima anche la profondità che abbiamo sulle azioni USA.

  • Forex Factory

Il meglio in circolazione per chi vuole saperne di più sul trading Forex. Il sito è accessibile a tutti, anche a chi non ha grande esperienza e possiamo effettivamente utilizzarlo per partire da zero, fino alla chiara lettura di tutte le strategie e le operazioni di live trading che sono postate direttamente sul forum in questione. Anche questo è uno dei forum imperdibili per chi vuole imparare e tenersi aggiornato sul trading online.

Migliori Siti e Blog sul Trading

Ci sono anche blog personali e non che possono dare informazioni interessanti – soprattutto a commento dei principali eventi finanziari della giornata o della settimana. Ne consigliamo quattro, in italiano, gestiti tra i migliori commentatori e analisti del nostro Paese.

  • Francesco Caruso

Nonostante sia di un conosciuto analista tecnico, troviamo con maggiore frequenza su questo blog delle analisi fondamentali interessanti, nonché approfondimenti sullo stato della finanza. Periodicità non elevatissima, ma anche leggere post anziani può essere una buona lezione.

  • Metalli Preziosi

Buona la raccolta delle notizie e dei commenti sul settore delle commodities. Al contrario di quello che si potrebbe intuire dal titolo, si parla anche di petrolio ea anche di Forex. Buono per chi non ha orizzonti di brevissimo periodo.

  • Gabriele Bellelli

Di uno dei nomi famosi della divulgazione finanziaria italiana. Uno dei suoi libri, Manuale dell’investitore consapevole, fa parte della nostra selezione di testi per iniziare ad occuparsi di investimento. Ottimo blog su Dati Macro, prodotti a gestione passiva, e per in generale i titoli finanziari più scambiati nel nostro paese.

  • Michele Bartolini

Financial Planner che pubblica, sul suo blog, degli ottimi approfondimenti anche non strettamente relativi ai mercati. Una bona lettura – con discreta frequenza – per capire un po’ di più i mercati. Anche questo un blog consigliato per chi preferisce analisi discorsive.

Conclusioni

Il trading online è una possibilità di partecipazione ai mercati per tutti, a prescindere dai capitali che si hanno a disposizione e, per iniziare, anche dalla conoscenza dei mercati stessi. Le opportunità sono diverse, come abbiamo visto anche per chi vuole affidarsi a terzi per cercare di mettere a frutto i propri capitali.

Non è però un percorso per diventare ricchi e subito, senza saperne nulla e senza correre alcun rischio. Il trading online richiede dedizione, studio e serietà tanto quanto gli investimenti classici. Non è una scorciatoia verso la ricchezza, ma un’alternativa per l’impiego dei propri capitali, che ci permette di investire su più mercati e più titoli a condizioni migliori.

Oggi i migliori intermediari per il trading online offrono condizioni ideali per quanto riguarda l’accesso ai mercati, le commissioni e anche i servizi aggiuntivi, alcuni dei quali ci permettono di avere un percorso più agevole – anche copiando altri trader – per impegnare il proprio capitale.

Trading Online: Domande e Risposte comuni

Abbiamo raccolto qui sotto le domande più frequenti relative al trading online:

Che cos’è il trading online?

Il trading online è un canale di investimento che ci permette di accedere a tutti i migliori mercati direttamente da casa, o anche tramite smartphone in mobilità. Oggi è un’alternativa molto solida e apprezzata agli investimenti classici.

Quanto serve per investire con il trading online?

Possiamo partire anche con investimenti di soli 10 euro (ad esempio con IQ Option)  per aprire un conto reale o solo 20 euro con Capital.com. Con tutti i migliori broker in circolazione non servono mai più di 200$ per aprire un conto reale. Chi vuole però provare a vivere di trading dovrà provare ad accumulare capitale maggiore.

Il trading online è rischioso?

. Tutti gli investimenti sono in una certa misura rischiosi. Sta al trader imparare le tecniche corrette per correggere il rischio e per modularlo sul breve, medio e lungo periodo. Un buon portafoglio bilanciato e diversificato può aiutarci a ridurre i rischi che corriamo sul mercato.

Quali sono i migliori broker per fare trading online?

Ne abbiamo selezionati cinque in totale, con eToroCapital.com e FP Markets che offrono le migliori condizioni e piattaforme – anche per i principianti – per avvicinarsi a questi mercati. La scelta del giusto intermediario è uno dei passi fondamentali per ottenere dei risultati sui mercati.

Il trading online è per tutti?

. Tutti possono avvicinarsi oggi al mondo del trading online. Serve però prepararsi correttamente, seguire un percorso e imparare a creare le proprie strategie. Ci sono anche scorciatoie, che permettono ad esempio di copiare i migliori trader che sono presenti sul mercato.

Quali sono i mercati migliori sui quali investire con il trading online?

Il trading online oggi ci permette di investire sul mercato del Forex, delle azioni, delle criptovalute, degli ETF, delle materie prime e anche delle obbligazioni. Sono anche presenti titoli/paniere come gli indici. I migliori broker offrono migliaia di titoli su decine di mercati.

Si può guadagnare con il trading online?

Sì. Si può guadagnare con il trading online, ma non è facile come dicono certe pubblicità. Ci vogliono impegno e applicazione, voglia di studiare e capire i mercati. Le opportunità ci sono per tutti, ma non tutti potranno coglierle.